contacs :

info@cristiansonda.com

 

Facebook be

 Google-Logo Twitter-

 

 

 

 

NEWS !

NUOVI COLORI 2015

Posted in Underground Production - Street Art

Logo ant

 image

 

Cristian Sonda

NUOVI COLORI 2015

Scuola Primaria di Seguro 

 

Anche quest'anno con la collaborazione dei ragazzi dell'associazione di Nuovi Colori abbiamo realizzato alla scuola primaria di Seguro,il nostro concept, un cocktail tra didattica e streetart, quest'anno incentrato su Expo2015. Ho voluto sperimentare un nuovo modo di affrontare il progetto, concependo i disegni come l'illustrazione di una favola inedita scritta da Elsa Russo, cosi, come fosse un libro dalle pagine aperte a tutti quelli che vogliono leggere una storia. il processo didattico e progettuale da parte di Nuovi Colori è stato fondamentale per la riuscita del progetto. 

Trovate all'interno del post immagini sulla fase didattica all'interno delle scuole fino alla fase realizzativa insieme agli studenti.

For the third year of collaboration with the group of Nuovi Colori, we realized a new project that is a mix between schooling and streetart following the concept about "Expo2015". At this time I wanted to experience a new way of painting, illustrating a tail written by Elsa Russo ( unfortunately only in Italian ). The work is like an open pages of a book that everyone can read... it's very rewarding to see people reading on the street !

Inside the post a lot of pics about the " teaching time " and " painting time " of the school's chidren.

 

1 ant

2 ant

3 ant4 ant

5 ant

Ok ant

 

OPEN WALL

Posted in Underground Production - Street Art

Logo ant

Cristian Sonda

OPEN WALLS

#streeart festival

Un museo a cielo aperto. Street Art e Acqua Pubblica.

 

Il Comune di Settimo Milanese, in collaborazione con il Gruppo CAP e Nuovi Colori ha creato Open Walls. Open Walls è un museo a cielo aperto, sempre accessibile, senza barriere tra le opere e le emozioni. 10 muri, 10 artisti, 1 tema comune, 1 un tema comune, quello dell’Acqua Pubblica che ogni artista ha reinterpretato a seconda del suo stile. Un viaggio senza filtro nella street-art, dall'iperrealismo di Acme 107 e Cheone, ai figurativi surrealisti di Cristian SondaPao, Nais ed Eu. Dalla ricerca calligrafica di Gep ai nuovi linguaggi di Bros. Dalle opere partecipate del collettivo Re.Rurban fino al fumetto di Paolo Castaldi.

Mix ant

Sonda3 ant

Sonda9 ant

Sonda4 ant

WILLOKE 2015

Posted in Underground Production - Street Art

willoke1 250

Notturna 250

Cristian Sonda

WILLOKE 2015

Ariano Irpino

Inviato dagli amici che organizzano un giovane ma promettente festival di street art ad Ariano Irpino cosa potevo dire ? Vengo Subito ! Ecco il risultato di un paio di giorni di lavoro. All'interno del post molte altre foto.

Invited by friends who organize a young but promising festival of street art in Ariano Irpino what could I say? here I am! In the pics the result of a couple of days of work, continue...

Work10 ant

Work11 ant

Work14 ant

BACK TO THE FUTURE

Posted in Underground Production - Street Art

Energy

ant sito 4

Energy Box Streetart 2015

Bros e Sonda

 

Scrive Luca De Vito su La Repubblica :

Dieci anni dopo, Bros e Sonda tornano a dipingere sulle cabine elettriche che li hanno resi celebri. Rivivono così il "robottino" e "l'alberello", due icone della street art meneghina dei primi anni 2000 e marchio di fabbrica di due dei più celebri esponenti di questa forma d'arte. Realizzati nell'ambito del progetto di A2a che ha concesso a writer e street artist di colorare le cabine elettriche di Milano, Bros e Sonda per una notte hanno deciso di tornare allo stile di un tempo. Anche se ormai per i due, sia da un punto di vista artistico che di vita, molto è cambiato. "Per noi è stata un'occasione per rivivere un'esperienza che avevamo già ampiamente sviluppato negli anni dal 2003 al 2005 - hanno detto i due artisti - Per ottenere quello che avevamo già fatto ci voleva lo stesso spirito con cui queste cabinette erano state dipinte agli inizi del 2000. Quindi una domenica sera, lontana dagli impegni di lavoro, abbiamo deciso di andare a riprenderci quello che era nostro. In poche ore siamo riusciti a riconquistare porzioni di città e alla fine della scorribanda notturna ci siamo resi conto di aver restituito un paesaggio che è nella memoria visiva di Milano e dei milanesi". Moltissimi i messaggi ricevuti dai due street artist, soprattutto da parte di chi si ricordava di quei lavori quando furono dipinti la prima volta. Segno che forse "il robottino" e "l'alberello" sono ormai a pieno titolo dei simboli di Milano. 

ant sito

ant sito 2

ant sito 3